Cosa posso aggiungere (interruttore, pulsante) per consentirmi di leggere il numero di pagine stampate da una stampante?

Se ti capisco correttamente, hai una stampante collegata a un computer e in qualche modo vuoi monitorarla e determinare quante pagine vengono stampate, e ti piacerebbe farlo con un Arduino toccando il cavo dati.

Questo è possibile solo se la stampante ha una connessione RS232 parallela o seriale. Se è USB o collegato in rete con un cavo CAT5, non è possibile monitorare la linea con qualsiasi apparecchiatura a cui è probabile che si abbia accesso. Se ha una connessione parallela o seriale, sorge un’altra domanda: si tratta di una stampante di linea o di una stampante PCL? Se si tratta di una stampante di linea è possibile contare i caratteri di avanzamento riga e di avanzamento modulo, ma se si tratta di PCL (PostScript), che è praticamente qualsiasi stampante collegata a Windows, Mac o Linux, il PC non le invia linee, lo invia un’immagine e non puoi interpretarla per contare le pagine con qualsiasi attrezzatura che probabilmente avrai a disposizione.

La stampante ha senza dubbio un proprio contatore di pagine integrato. A meno che non sia una stampante consumer economica, quel contatore è probabilmente accessibile da un menu di amministrazione sulla stampante stessa e questa potrebbe essere la tua migliore speranza. Su una sofisticata stampante di rete può contare il numero di pagine stampate separatamente da ciascun computer sulla rete.

Se riesci a entrare nella stampante e hai delle capacità meccaniche, metti un microinterruttore sul meccanismo di alimentazione della carta. Da qualche parte nel profondo ci sarà una camma che fa cadere il meccanismo di alimentazione sulla pila di fogli per estrarre un foglio per la stampa. Metti l’interruttore su quella cam e conta quante volte funziona.

Suggerimento finale off the wall. Se stai cercando di tenere gli studenti in fila, lascia la stampante vuota di carta e quando uno di loro vuole fare un lavoro di stampa dai loro dieci o venti numeri noti. Quindi invitali a riportare ciò che resta. È un po ‘noioso e non tecnico. Altrimenti puoi impostare una telecamera CCTV che guarda la stampante come deterrente.

Suggerirei di poter utilizzare un sensore di distanza installato all’interno del telaio della stampante (all’interno per soddisfare le tue esigenze di resistenza alle manomissioni), qualcosa del genere:
Pololu – Sharp GP2Y0A21YK0F Sensore di distanza analogico 10-80 cm

È quindi possibile utilizzare Arduino per leggere continuamente il sensore e contare il numero di volte in cui l’uscita del sensore passa da una lettura di soglia maggiore a una lettura di soglia inferiore. La lettura di tale soglia sarebbe leggermente più grande della distanza dal sensore alla carta, quando la carta è presente. In questo modo, ogni volta che la carta attraversa la linea di vista del sensore, la lettura varcherà quella soglia. Contare il numero di volte in cui si passa da maggiore a minore di e si conta il numero di volte che la carta è passata attraverso il sensore, fornendo il numero di pagine stampate. Consulta questa pagina per un aiuto su come implementarlo:
Arduino Tutorial in 5 minuti: lezione 4 – Sensore di distanza IR e pulsante – Blog RobotShop

Se desideri contattarmi per ulteriore assistenza, non esitare a inviarmi un messaggio direttamente.

Va bene,
Sai cos’è un Arduino, quindi è di grande aiuto. Vuoi che sia resistente alle manomissioni, il che rende le cose molto più difficili. Molti hanno suggerito un semplice passaggio, ma a meno che non sia molto profondo nella stampante, non sarà difficile far scorrere intenzionalmente il conteggio delle stampe.
La mia idea? Vai con l’audio, collega un microfono e poi scopri quale suono unico che la stampante produce quel rumore casuale nella stanza non si innescherà. Dovrebbe anche essere qualcosa che è una volta per pagina.
Dopo averlo capito, il codice non dovrebbe essere così difficile, ma solo un contatore che è possibile ripristinare.

Se andassi in questo modo, avrei cercato algoritmi di corrispondenza dei modelli per Arduino.

Quindi hai bisogno di un conteggio giornaliero o di un conteggio durante l’attuale puntualità dell’arduino? o un conteggio cumulativo a vita? Fa la differenza su dove e come si deve memorizzare il conteggio. Il che determinerà quindi come viene eseguito il conteggio, ad esempio nel software o in un interruttore meccanico sulla stampante.

Potrei sottolineare che molte stampanti hanno una pagina diagnostica che mostra il conteggio totale delle pagine. ogni stampante laser che ho posseduto (e ne ho posseduti tre) aveva un conteggio tale che è stato stampato quando hai selezionato un particolare set di chiavi sul davanti.

Che ne dici di qualcosa di veramente semplice e vecchio stile, come un interruttore di contatto o un interruttore reed collegato sotto il coperchio della stampante al vassoio di alimentazione della carta, al primo rullo di alimentazione o alla barra (a seconda del meccanismo utilizzato dalla tua particolare stampante)?

Ogni volta che viene stampata una pagina, il movimento fisico dell’azione di feed chiude momentaneamente l’interruttore, che segnala Arduino.