Qual è la situazione più pericolosa in cui ti sei mai trovato, mentre lavoravi a una storia, come giornalista?

Ho trattato una serie di storie che coinvolgono calamità naturali molto pericolose. In un’occasione, il parabrezza della mia auto è stato distrutto dalla grandine quando ci siamo avvicinati troppo a un tornado. In un altro, ho trascorso circa tre giorni a fare escursioni nel bosco con un equipaggio antincendio nella foresta. Un paio di pompieri sono stati evacuati per inalazione di fumo. Sono riuscito a farcela bene.

Probabilmente la singola situazione più pericolosa finora nella mia carriera ha comportato una situazione di ostaggio. Un uomo teneva un’arma automatica alla gola di una donna. La coppia camminava lungo una delle strade secondarie più trafficate della città. Di tanto in tanto, si fermava e spruzzava proiettili contro la polizia.

Gli ufficiali avevano formato due linee concentriche attorno alla coppia. La linea interna circondava il sicario e l’ostaggio, mentre la linea esterna evacuava gli astanti dalla scena.

C’era un vicolo che correva parallelo alla strada principale. Un collega e io abbiamo deciso che avremmo usato questa strada per aggirare la prima linea di polizia. Da lì, saremmo in grado di raccogliere suoni naturali degli spari per la nostra trasmissione radio e possibilmente fotografie per il sito web.

Il vicolo era completamente vuoto. La maggior parte delle persone aveva già evacuato e la polizia aveva trascurato questa strada. Mentre continuavamo, il suono occasionale degli spari aumentava, ma era difficile giudicare le distanze. Sapevamo che il tiratore era in vantaggio, ma non sapevamo fino a che punto.

A circa mezzo miglio dalla nostra posizione di partenza alla foce del vicolo, ci imbattemmo in un incrocio lastricato che intersecava la strada principale. Questa è stata la prima radura corretta nella direzione del tiratore. Più indietro, il vicolo era densamente fiancheggiato da alberi e arbusti.

Ho deciso di strisciare in avanti fino al bordo della casa più vicina per dare un’occhiata migliore. Mentre spingo la testa dietro l’angolo, pop! pop! pop!

Almeno tre proiettili hanno colpito circa sei piedi sopra la mia testa. Alcuni fischiettarono nel sottobosco dall’altra parte del vicolo. Sono tornato indietro dietro l’angolo della casa.

Dubito che mi stesse sparando intenzionalmente. C’erano un certo numero di agenti di polizia situati a 10 o 15 metri più vicino al tiratore. Probabilmente mirava a loro o forse, non mirava a nulla.

Dopo alcune discussioni piuttosto senza fiato, abbiamo deciso che non eravamo adeguatamente attrezzati per questo tipo di situazione e abbiamo battuto in ritirata frettolosa lungo il vicolo.

È stata una passeggiata piuttosto lunga. Conoscevo abbastanza bene le armi da fuoco per sapere che un AK47 poteva potenzialmente sparare attraverso rivestimenti in vinile e cartongesso. Quindi le case e gli arbusti lungo il vicolo non erano necessariamente un’ottima copertura se continuava a sparare nella nostra direzione.

Fortunatamente, non lo ha fatto e siamo riusciti a raggiungere l’area stampa senza ulteriori incidenti.

In realtà, non è arrivato molto lontano dopo quel punto. È stato ucciso da un cecchino della polizia circa cinque minuti dopo il momento in cui ha sparato verso di noi. La donna è stata guarita incolume.

Questa storia potrebbe sembrare eccitante. Ma eravamo incredibilmente stupidi e incredibilmente fortunati. In particolare, ero gravemente irresponsabile.

Il mio compagno era un tirocinante non retribuito di 20 anni. Avevo solo 24 anni. Se fosse stata ferita, sarebbe stata per colpa mia.

Non eravamo dotati di alcun equipaggiamento di sicurezza e nessuno di noi ha ricevuto alcuna formazione in situazioni pericolose. Abbiamo deliberatamente ignorato le ragionevoli precauzioni della polizia. E per cosa?

Il mio consiglio ai giovani giornalisti che leggono questo è di esercitare il buon senso. Il giornalismo può essere pericoloso, ma non dovrebbe mai essere un veicolo per cercare il pericolo.

Ogni volta che stai per fare qualcosa del genere, fermati e pensa al motivo per cui lo stai facendo.


In genere faccio rapporti sportivi, quindi nel complesso non mi sento generalmente esposto a situazioni pericolose. Posso solo pensare a un momento che mi ha fatto mettere in pausa. La situazione per me riguardava il viaggio da e per Sochi, in Russia, dove stavo coprendo i Giochi Paralimpici.

A causa dei limiti di tempo e denaro, sono dovuto partire circa quattro giorni prima della conclusione dell’evento. Prendere un aereo per Sochi era enormemente proibitivo, quindi sono volato a Mosca e ho preso il treno per Sochi. Bel giro, gente adorabile. Il mio biglietto di andata e ritorno era di 36 ore invece delle 24 che mi ci sono volute per arrivare lì. Nessun problema, anche se confuso. Mi hanno chiesto il passaporto prima di farmi il check-in. Niente di strano dal mio POV perché pensavo fosse normale per la Russia.

Ad un certo punto ho visto carri armati su vagoni ferroviari e un sacco di roba militare. Un tempo di ripresa in ritardo, abbiamo colpito il controllo delle frontiere. Questo era … il confine Ucraina / Russia. Oooops. Ci fu una certa confusione iniziale, soprattutto dai russi. Perché ero sul treno? Dove stavo andando? La spiegazione di “Sono un giornalista sportivo. Guarda il mio visto per i Giochi Paralimpici e il mio accreditamento mediatico!” mi sentivo insicuro perché avevo sentito che i russi in genere non erano entusiasti dei media illegali. Ho già detto che c’erano dei carri armati al confine e questo era nel momento in cui tutta la situazione della Crimea stava precipitando? Oh e quel mio team di segnalazione, dove ero il protagonista, erano tre ucraini e noi eravamo affiliati a un’organizzazione media americana relativamente nota? Inoltre, il mio russo e ucraino non esistevano? E avevo scritto pezzi che potevano essere considerati un po ‘sfavorevoli a queste due parti?

In ogni caso, uno dei russi ha detto che l’errore che ho fatto è stato relativamente comune per i criminali. Mi è stato permesso sia di entrare che di lasciare l’Ucraina sul treno. Oltre a vedere i carri armati e avere ZOMG! panico di “Come sono arrivato nell’Ucraina orientale dove parlano di tutti quei disordini civili?”, non vi sono stati problemi importanti. Il viaggio in treno era ancora relativamente bello.

Ho scattato foto delle stazioni ferroviarie che ho attraversato sul mio iPad e iPhone. Più tardi, ho cercato questi posti. Sì, in questo momento sono in posti in cui non andrei come Donesk. Ho scritto un po ‘di più sulla situazione russo / ucraina più tardi al mio ritorno.

Non ho mai sentito la mia vita minacciata. Detto questo, mentre coprivo festival musicali, concerti e altri eventi, lo sono stato a volte

a) minacciato di violenza per aver scattato foto, di solito della persona che ha minacciato o del suo altro significativo
b) oggetto di numerosi tentativi di aggressioni che vanno dai pugni lanciati ai tentativi di prendere la mia macchina fotografica
c) aggredito, come spinto o colpito.

L’incidente più grave si è verificato mentre la sicurezza in un festival stava trattenendo un uomo violento. Mentre stavo fotografando l’incidente, sono stato accostato dalla sicurezza e quasi spinto a terra. L’incidente diventa davvero grave perché la violenza è arrivata da qualcuno che lavora in sicurezza.

Avendo lavorato per anni sulla sicurezza e partecipato alla formazione delle persone, provo a porre l’accento sul fatto che le riprese sono legali e che aggredire i fotografi è un no-no serio.

A parte i tipi di casi che ho citato, mi sono sempre sentito al sicuro, anche nei campi profughi.

È stato preso durante un viaggio a Bali, in Indonesia, un posto perfettamente sicuro che può sembrare. Ma era una foto piuttosto pericolosa da scattare poiché quel posto in piscina era gestito da gangster locali (come sono stato avvertito dalla gente del posto), quindi ho dovuto mantenere una distanza abbastanza sicura con il mio teleobiettivo da 70-200. Questa è stata una delle mie prime foto che mi ha incoraggiato a fare di più per il lavoro giornalistico fotografico. Altre mie immagini su Deividas Leilionas ⋆ BeScouted

More Interesting

Gli standard giornalistici stanno davvero cadendo e, in caso affermativo, cosa possiamo fare come lettori al riguardo?

Perché così tanti leader politici e giornalisti sono antinazionali in India?

Perché i giornalisti si fanno prendere dal panico per la caduta dei prezzi del petrolio? Non dovrebbe essere questa la buona notizia?

Se sei un giornalista, chi è stato il miglior editore con cui hai lavorato, e perché?

Chi sono Legion e qual è il loro scopo nell'hacking del giornalista Ndtv?

Cosa dovrebbe sapere uno studente giornalista?

Quali interessi potrebbero avere i giornalisti nazionali nell'essere parziale o collaborare con la campagna di Clinton?

Vladimir Putin ha ordinato l'uccisione di giornalisti in Russia?

Ti ritrovi a guardare attraverso il tuo obiettivo giornalista / reporter mentre le cose accadono nella tua vita quotidiana, pensando agli eventi come a una "storia"?

Come ottenere gli ID e-mail o i numeri di contatto dei principali giornalisti o PMO

Perché alcuni giornalisti hanno iniziato a scrivere articoli sprezzanti sul Dr. Kalam (anche dopo la sua morte)?

I giornalisti junior devono sempre essere d'accordo con l'editore?

Quali altri tipi di "colloquio" ci sono oltre al "colloquio di lavoro"?

Cosa ne pensi di WikiTribune, la piattaforma basata su community / giornalisti per combattere le notizie false?

Perché alcuni giornalisti / giornalisti si sono comportati come un attivista o un promotore di un'idea o di una causa? Violare il proprio codice etico per i media?