Quali erano le riviste di trincea?

Le riviste sulle trincee erano pubblicazioni non ufficiali stampate dai soldati che combattevano nelle trincee della prima guerra mondiale. La maggior parte, se non tutte, sono state dimenticate, vittime dei capricci del tempo e della guerra. Il più famoso fu il Wipers Times , pubblicato da un gruppo di soldati britannici del 12 ° battaglione, 24 Divisione dell’esercito britannico in Francia.

Originariamente pubblicato su Ypres, il titolo è un riferimento al gergo del soldato per Ypres (Wipers).

Stampato su una macchina da stampa belga abbandonata, copie sopravvissute del Wipers Times espongono il lettore moderno alla vita quotidiana e ai pensieri dei soldati che presidiano le trincee. I soggetti più spesso trattati nelle sue pagine includevano bombardamenti (un pericolo comune per le trincee), sesso (la preoccupazione di molti soldati), bere e parassiti, i ratti erano il tipo più comune (mentre infestavano le trincee).

La qualità editoriale, come ci si potrebbe aspettare, varia notevolmente. Satira e commiserazione sono stati i due elementi editoriali chiave di una rivista di trincea, insieme a una buona dose di umorismo del patibolo (naturalmente).

Le riviste di trincea sono quelle che chiameremmo pubblicazioni a circolazione controllata nel moderno argomento dell’editoria.

I discendenti diretti di riviste di trincea includono qualsiasi numero di pubblicazioni satiriche moderne, tra cui Private Eye, The Onion e Cracked (nel mondo di lingua inglese).