Quali tecnologie sono nate come fantascienza, ma ora sono reali?

Il CLOAK DI INVISIBILITÀ famoso di tutti i tempi


La società della British Columbia HyperStealth Biotechnology ha mostrato quest’anno un prototipo funzionante del suo nuovo tessuto alle forze armate statunitensi e canadesi. Il materiale, chiamato Quantum Stealth, piega le onde luminose attorno a chi lo indossa senza l’uso di batterie, specchi o macchine fotografiche. Impedisce al soggetto di essere visto con mezzi visivi, ma lo tiene anche nascosto da scansioni termiche e infrarossi.

Auto guida auto ofcourse-


Google ha iniziato a testare le sue auto senza conducente all’inizio del 2012 e, a maggio, il Nevada è stato il primo stato a fare il salto nel lasciarli vagare liberi sulle strade. Con queste auto che hanno registrato oltre 300.000 ore autonome finora, gli unici due incidenti che le hanno coinvolte sono avvenuti quando sono stati pilotati manualmente.

Il cervello umano è hackerato-


Usenix Security aveva un team di ricercatori che utilizzava la tecnologia standard per mostrare quanto sia realmente vulnerabile il cervello umano. Con un auricolare EEG (elettroencefalografo) collegato al cuoio capelluto e al software per capire cosa stanno cercando di fare i neuroni che sparano, cerca picchi di attività cerebrale quando l’utente riconosce qualcosa come il proprio codice PIN ATM o il viso di un bambino.

Immagina che un cellulare, che al momento ha una sensibilità al tocco (touchscreen), possa anche raccogliere i dati dalla punta delle dita, come umidità, secchezza, pressione sanguigna, battiti cardiaci, ecc. Questi dati potrebbero essere raccolti per fare la tua storia nel corso dell’anno . Se qualcosa va fuori tema e il tuo cellulare lo avviserà, i tuoi parenti, il tuo medico personale, vicino agli ospedali, ecc.

Quanto sarebbe bello?

Robin Cook , uno scrittore di fantascienza di mistero medico e un medico ha scritto una finzione chiamata ‘Cell’ nel 2014 che ha un’app chiamata iDoc. iDoc ha eseguito gli stessi lavori che ho descritto in precedenza.

Questo si sta avverando.

Alphabet sta creando un orologio sanitario in grado di eseguire alcuni di questi lavori e raccogliere dati, avvisare te e i tuoi parenti ecc. Ancora nella fase beta, i dettagli tecnici non sono ancora disponibili, ma guardando la sua struttura, è chiaro che non è stato creato per visualizzare qualsiasi cosa all’utente / paziente ma per raccogliere dati.

Leggi l’articolo di MIT Technology Review qui: abbiamo visto il nuovo orologio sanitario Alphabet

Un’altra cosa che ho letto, ma non sono riuscito a trovare l’articolo basato su qualcosa di simile. È una specie di gadget di James Bond, che verrà iniettato nel tuo corpo (in modo che Bond non vada fuori dal grafico!) E possa raccogliere i tuoi dati sanitari ancora e ancora.

Quindi, Cellphone Doctors diventerà realtà nei prossimi 20 anni.

Libro: Cell di Robin Cook.

Il sottomarino

La prima apparizione di una nave che combinò diverse tecnologie che le permisero di rimanere sommersa per lunghi periodi di tempo, ospitare un grande equipaggio ed eseguire una varietà di missioni scientifiche e militari in letteratura fu nel capolavoro di Jules Verne Vingt mille lieues sous les mers: Tour du monde sous-marin o le più familiari Ventimila leghe sotto il mare

Il Nautilus come immaginato da Verne

Il sottomarino del Capitano Nemo utilizzava generatori chimici per produrre elettricità (una forma immaginaria di propulsione indipendente dall’aria) e per produrre ossigeno traspirante, aveva un doppio scafo rinforzato e un’ampia porta vetrata nella parte anteriore e diversi oblò per l’osservazione sul lato. Verne basava il Nautilus sulle illustrazioni di una forma sommergibile del quaderno di Da Vinci e il risultato è notevolmente simile a quello della forma a scafo a goccia dei sottomarini di oggi.

HMS Astute. Uno dei sottomarini più moderni.

Oggi, accanto alla portaerei, il sottomarino per attacco nucleare e il sottomarino per missili balistici nucleari sono le navi capitali principali di tutte le marine di prima linea del mondo. L’unica vera limitazione al loro tempo sommerso in mare sono le provviste, i pezzi di ricambio e il morale dell’equipaggio. Parallelamente al Nautilus, i sistemi di bordo delle navi sono gestiti da elettricità, sebbene da una fonte nucleare. Mentre la tecnologia del sonar è avanzata al punto in cui i sottomarini possono navigare con facilità nelle profondità, annullando così la necessità di porte di visualizzazione, nei casi in cui è richiesta l’osservazione visiva dell’ambiente circostante, l’ingegnosità tecnica dell’umanità si è dimostrata uguale al compito.

Il batiscafo Trieste con la camera di osservazione sottostante. Questa nave fu utilizzata nella famosa immersione nelle profondità della Fossa dei Marian , il punto più profondo della superficie terrestre.

In effetti, la visione di Verne era così profetica che la Marina degli Stati Uniti la immortalò nominando il loro primo sottomarino a propulsione nucleare l’ USS Nautilus .

USS Nautilus (SSN-571)