Perché i media indiani non evidenziano i risultati di Modi Govt?

Esiste un vasto nesso tra media e congresso che ha controllato la narrazione dei fatti per molto tempo. Specialmente il circolo di Lutyens, si dice che sia il circolo di potere che ci ha controllato a lungo prima di maggio 2014 fino a quando un uomo ha rotto la presa – Narendra Modi.

Questi falsi diari, intellettuali che erano sul libro paga dei Lutyens, agivano come mediatori di potere piuttosto che onesti giornali. Sto elencando ciò che ho letto per rispondere alla tua domanda nel modo più preciso possibile,

Il congresso che devo dire in 65 anni ha i loro compari piantati in luoghi strategici per controllare le informazioni che raggiungono gli elettori tramite:

“1. Hindustan Times – Shobhna Bhartia, proprietario e caporedattore di Hindustan Times è deputato al Congresso di Rajya Sabha.

2. Vinod Sharma, editore di Affari Politici di HT, è essenzialmente un portavoce del Congresso in tutte le discussioni del panel TV, perché una volta che il mandato del suo capo scade, cercherà il suo posto in RS successivo

3. Barkha Dutt e Vir Sanghvi, famosi tirapiedi del Congresso (e intermediari per gli alleati dell’UPA) che sono stati esposti allo scandalo di Radiagate, e che sono portavoce virtuali del Congresso nelle loro capacità di personalità dei media elettronici, sono quelli che scrivono opinioni e colonne editoriali più frequentemente (una volta alla settimana) nelle pagine editoriali di HT. In cambio, Barkha e Sanghvi vengono premiati con Padma Shris e altri compensi monetari dalla dinastia Nehru o dal partito del Congresso.

4. I promotori di NDTV sono Prannoy Roy e Radhika Roy. La sorella di Radhika, Brinda Karat, è una famosa leader del CPM (ben nota per le opinioni anti-Baba Ramdev) e il marito di Brinda, Prakash Karat, è il segretario generale del Politburo del CPM (noto per aver preferito il Congresso rispetto al BJP). E il primo cugino di Prannoy Roy è il famoso pro-maoista-Naxalite di estrema sinistra e pro-Kashmir-terroristi “intellettuali” Arundhati Suzanna Roy.

5. La realtà di Barkha Dutt di NDTV è già stata esposta nello scandalo del nastro Radia.

6. Sonia Singh di NDTV è la moglie del deputato al Congresso dell’Uttar Pradesh, ministro dell’Unione ed ex sovrano di stato, il signor RPN Singh, che è una delle stelle più in ascesa nel partito del Congresso. Se ricordi, Sonia Singh è un’ancora di alto profilo su NDTV il cui pregiudizio anti-BJP pro-congresso è leggendario.

7. Nidhi Razdan (ancoraggio di alto profilo del Centro di destra sinistra) di NDTV è l’attuale fidanzata di J&K CM Omar Abdullah (dopo che Omar ha recentemente divorziato dalla moglie di diversi anni e la madre dei suoi due figli, Payal). Nidhi Razdan è anche famosa per il suo leggendario pregiudizio pro-congresso e anti-BJP.

8. CNN-IBN: la moglie di Rajdeep Sardesai e una volta co-promotrice della CNN-IBN, Sagarika Ghose, che ha ancorato Face the Nation ed è famosa giornalista della CNN-IBN (beh, suo marito era il proprietario-editore-in- capo dopo tutto) sono famosi tirapiedi del Congresso.

9. Il padre di Sagarika, Bhaskar Ghose, era un famoso sarkari babu e divenne capo di Prasar Bharati (Doordarshan) durante i regimi di Indira e Rajiv. Bhaskar Ghose era ben noto per la lealtà personale alla dinastia Nehru, e ora sua figlia e suo genero sono ricompensati con il loro canale per la propaganda del Congresso.

10. In effetti, la famiglia allargata di Sagarika comprende persino le zie Ruma Pal (ex giudice della Corte suprema e amica della famiglia Nehru) e Arundhati Ghose (ex diplomatico e ambasciatore indiano in vari paesi, prevedibilmente, sotto i regimi del Congresso).

11. Veniamo ora a un altro famoso personaggio dei media della CNN-IBN che scrive spesso colonne per Hindustan Times – Karan Thapar. Quello che potresti non sapere è che la stessa famiglia Nehru è collegata, attraverso il sangue e i matrimoni, alla famiglia Thapar di alto profilo. Il capo dell’esercito indiano durante la debacle del 1962 contro la Cina, il generale PN Thapar, è cognato di Nayantara Sehgal, figlia di Vijaylakshmi Pandit e nipote di Jawaharlal Nehru. Il figlio del generale Thapar è il giornalista filo-congressuale Karan Thapar. La sorella del Gen. Thapar è Romila Thapar, una famosa “top” tipica storica ideologa comunista nehruviana della JNU, che riesce a scrivere i nostri libri di testo e inquinarli con la propaganda marxista congressuale.

12. The HIndu – The Worst – N. Ram, proprietario e caporedattore (fino a febbraio 2012) di The Hindu, un tempo era vicepresidente della Federazione studentesca dell’India. SFI è l’ala degli studenti del CPM.

13. P. Sainath of the Hindu (acclamato giornalista noto per la sua, ancora una volta, non sorprendentemente, tipica ideologia del comunismo nehruviano di sinistra), è il nipote del politico del Congresso V. Shankar Giri e nipote di VV Giri, ex presidente dell’India e famoso politico del Congresso. Giri era particolarmente noto per essere uno dei primi pochi fedeli fedeli di Indira, e che Indira ha presentato per le elezioni presidenziali contro il suo partito Neelam Sanjeeva Reddy, e che alla fine è diventata la causa della prima divisione di alto profilo nel Congresso Nazionale indiano in Congresso (O) e Congresso (I) – quasi tutti gli stalwarts regionali preindipendenza si sono separati per unirsi al Congresso (O) o formare i propri partiti statali, e il resto incluso Giri (tutti i lealisti della famiglia Nehru che stanno con Indira ).

14. O anche che dire del canale multimediale hindi poco noto di News24? Di proprietà dell’ex giornalista ed editore Rajiv Shukla, famoso deputato al Congresso di Rajya Sabha, ministro dell’Unione, industriale, vice presidente della BCCI e presidente dell’IPL.

15. O che dire del poco noto Lokmat (e IBN Lokmat) che è il giornale (e canale) Marathi nel Maharashtra? Titolare ed editore capo sono i fratelli Vijay Darda (deputato al Congresso) e Rajendra Darda (MLA del Congresso in Maharashtra e ministro nel governo statale).

16. O anche le altre case dei media sempre più grandi, come The Times of India e Indian Express, in cui la dinastia Nehru è riuscita a infiltrarsi nei suoi lealisti come Dileep Padgaonkar e Shekhar Gupta, che sono essenzialmente pagati tirapiedi del partito del Congresso.

17 Vinod Mehta – L’editor di Outlook è noto per prendere posizione contro BJP

Il Congresso (in effetti solo una sola famiglia – la dinastia Nehru) è stato al potere per 56 degli ultimi 65 anni di indipendenza. Questo conta molto. Le relazioni personali sono state costruite, segreti meritevoli di ricatti sono stati spiati, la ricchezza monumentale è stata accumulata … tutto dall’unica dinastia Nehru (e dal suo partito politico-aziendale-politico-congresso aka aka Congress) che le aiuta a mantenere stretto il suo stretto controllo non solo tutti i principali media indiani, ma anche in profondità nella nostra burocrazia, nelle nostre istituzioni governative, e persino nei nostri giornalisti e nei media e nelle scuole superiori.

Probabilmente non abbiamo nemmeno graffiato la superficie della rete di relazioni familiari e personali attraverso cui la dinastia Nehru ha completamente dominato e controllato l’intero panorama intellettuale, storico e giornalistico dell’India. E non abbiamo nemmeno parlato della ricchezza monumentale o dei segreti del ricatto. Tutto perché l’unica dinastia riuscì a dominare l’India per 60 anni senza interruzioni. Importa MOLTO.

I tipici ideologi comunisti nehruviani della sinistra nefruviana hanno realmente perpetrato una sorta di stretta sul giornalismo, i media e lo spazio intellettuale dell’India.

Quasi tutti i giornalisti pro-BJP (o persino ideologi di centrodestra) sono stati lentamente espulsi dal loro posto di lavoro a causa delle pressioni del Congresso e della famiglia Nehru.

Anche il grande venerabile Ramnath Goenka, frustrato e rotto da ripetuti raid IT e indagini ED, alla fine dovette licenziare Arun Shourie due volte dall’Indian Express, che un tempo era il miglior giornale indiano negli anni ’70 e ’80. Quella era la squadra – Goenka il proprietario, Shourie l’editore e S. Gurumurthy il giornalista impavido, che ha messo in ginocchio pesi massimi politici come Indira Gandhi e ha persino preso honchos corporativi come Dhirubhai Ambani. (Ramnath Goenka ha ispirato il personaggio di Mithun Chakraborty e S. Gurumurthy ha ispirato il personaggio di R. Madhavan nel biopic di Ambani “Guru”.)

Ma pochissimi ideologi di centrodestra rimangono oggi nello spazio mediatico indiano, anche in pubblicazioni minori come The Pioneer. Quasi tutte le case dei media tradizionali sono state completamente infiltrate e costrette a rimorchiare la linea del Congresso, a volte solo attraverso l’ideologia e le relazioni, e nemmeno il potere del denaro.

Il partito del Congresso essenzialmente possiede e controlla ogni singola casa dei media mainstream in India, inclusi Hindustan Times, The Times of India, NDTV, CNN-IBN, The Hindu, Tehelka, Outlook, ecc. ”

Non essere sorpreso di vedere le campagne diffamatorie su Modi diventare più forti …

No, in realtà hanno perso tutta la credibilità di chiamarli Media. I media dovrebbero mostrare gli avvenimenti intorno alla società e questo è tutto. Non hanno bisogno di mostrare le notizie secondo le proprie idee. Qualche tempo prima del primo decennio del 21 ° secolo, crediamo ciecamente nei media. Qualunque cosa i media riferiscano, erano parole di verità almeno secondo la percezione pubblica. E la ragione principale è stata la mancanza di case dei media aziendali e SM con DD News come principale canale di notizie.
In questo momento anche un ragazzo di 15 anni conosce bene la lobby dei media. Sarà molto dannoso se qualcuno inizia a seguire i rapporti dei media. Come girare una notizia e ignorare le altre sono l’arte di MSM. Perché tutto ciò accade principalmente dal giorno della formazione del governo Modi. Le politiche del governo Modi sono interessanti per loro? Sì, è altrettanto vero che SM ha svolto un ruolo vitale nell’esporre e limitare MSM di parte. In questa era di SM nessuno può facilmente imbrogliare nessuno. Grazie SM.